L’importanza della motivazione

L’importanza della motivazione
16 Ottobre 2020 ICARO - Fabio Nieddu

Motivazione: da bruco a farfalla

Avete mai visto il cortometraggio “Il circo della farfalla”? Se la risposta è no, vi consigliamo vivamente di farlo, soprattutto quando vi sentite demotivati.

Ma cos’è realmente la motivazione? Come si insegna al corso di Inner Tech, tenuto da Paolo Bendinelli, presidente dell’Università Popolare Anidra, la motivazione è una delle principali competenze trasversali utili alla persona per raggiungere migliori risultati.

Nel cortometraggio citato il protagonista, Will, si trova a dover affrontare una situazione particolarmente difficile dovuta ad un suo handicap fisico, non trovando il suo posto nel mondo. Per questo, cerca la sua motivazione interiore, ma fino all’incontro con il proprietario del Circo della Farfalla, non riuscirà a trovarla. Proprio grazie a quest’ultimo, Will scoprirà il suo talento e verrà anche apprezzato dagli altri.

la motivazione da bruco a farfalla, icaro, motivazione

Al centro Will, il protagonista del cortometraggio

Nel metodo seguito da Icaro pensiamo alla motivazione in due direzioni: quella interna ed esterna.

La motivazione esterna è quella motivazione che deriva da un obiettivo posto al di fuori di noi, per la quale ci muoviamo per modelli. Finché non raggiungiamo tali modelli, non ci permettiamo di essere felici. Questo ce lo dimostra anche il personaggio protagonista del cortometraggio, il quale, finché continua a confrontarsi con gli altri (i suoi modelli di riferimento), non riesce a raggiungere la felicità.

Invece, se smettiamo di inseguire i modelli e ci permettiamo di essere guidati da un sentimento, ovvero uno stato emozionale costante nel tempo, riusciremo a raggiungere la motivazione interna.  Essa ci permette di essere felici per il semplice fatto di essere vivi. Il sentimento dà senso alla motivazione interna ed è ciò che ci spinge a raggiungerla.

Il sentimento perdura nel tempo ed è più potente di una semplice emozione. Non basteranno imprevisti o eventi negativi a scalfirlo. Infatti, il protagonista del cortometraggio, soltanto nel momento in cui trova un senso alla sua esistenza, riesce ad automotivarsi e comprendere quale sia la sua motivazione interna.

Voi cosa fate quando vi sentite demotivati? Spesso è difficile riacquistare energia e motivazione nel momento in cui le perdiamo. Magari c’è chi guarda video motivazionali, chi si abbuffa di cioccolato, riversandosi appunto sull’esterno, questo perché mancava da principio la motivazione interna.

Ecco alcuni dei nostri consigli:

1. Dovremmo imparare ad ascoltarci, cercando di formarci a 360° gradi. Lo possiamo fare dedicandoci ad attività come la meditazione o altre discipline olistiche. Ciò ci consente di distanziarci dal baccano quotidiano e dalla confusione della vita di tutti i giorni, permettendo a noi stessi di conoscerci e di capire quale sia il senso della nostra vera motivazione interiore.

2. I video motivazionali sono sicuramente un buon punto di partenza. Noi vi consigliamo questo speech. Nel video, la voce narrante agisce da motivatore e incoraggia ad affrontare i propri fallimenti e migliorare. Avete mai percepito i fallimenti sotto questa prospettiva? È davvero ciò che pensiamo che influenza cosa riusciamo a raggiungere?

3. Non ci sono scorciatoie. Il raggiungimento della motivazione interna è un percorso che richiede degli sforzi, questo perché la conoscenza di sé stessi presenta degli ostacoli. La costanza è quindi, insieme alla perseveranza, una dote da allenare nel tempo. Anche portare a termine un semplice corso richiede impegno costante e ci aiuta ad allenare queste caratteristiche.

Questo cammino di conoscenza interiore ci permetterà di raggiungere una certa consapevolezza e diventare padroni delle nostre sensazioni, prediligendo sempre il sentimento che ci guida, e non le emozioni che sono solo passeggere.

Ricordate che

“un viaggio di mille miglia, comincia sempre con un primo passo”

(Lao Tzu).

Trovate il coraggio di iniziare e godetevi il viaggio nella conoscenza di voi stessi!

A cura di Carolina Giannessi e Marcella Palladino

 Marcella, Carolina, tirocinio Icaro

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*